Filosofia ed Etica della scienza

    Responsabile Dott. Michele Farisco

    Principali linee di ricerca

    Il Laboratorio di Filosofia ed Etica della Scienza di Biogem partecipa al progetto europeo “Human Brain Project” nelle unità dedicate alla coscienza, all’Intelligenza Artificiale e alla neuroetica.

    Lo Human Brain Project, inserito tra i progetti FET Flagship, è iniziato nel 2013 e si concluderà nel 2023.

    L’unità di Biogem, in particolare, è impegnata in un approfondimento teorico ed etico, in collaborazione con filosofi e neuroscienziati cognitivi e computazionali, sul tema specifico della coscienza e relativi disordini (coma, stati vegetativi, stati minimamente coscienti). Accanto all’indagine dei risultati più rilevanti per l’individuazione dei correlati della coscienza e delle applicazioni tecnologiche più avanzate in campo clinico e ingegneristico, si sta sviluppando un’indagine concettuale ed etica che sta riscuotendo un discreto interesse internazionale.

    Parallelamente agli studi sulla coscienza, si sta procedendo ad un approfondimento della neuroetica quale disciplina specifica, che ha portato alla definizione della cosiddetta “neuroetica fondamentale”, oltreché a un approfondimento dei risvolti etici e sociali dell’Intelligenza Artificiale. Le attività di ricerca, in prevalenza di natura multidisciplinare, si svolgono in collaborazione con ricercatori affermati in ambito internazionale.

    Attuali progetti in corso:

    • Definizione di criteri per una più corretta diagnosi dei disordini della coscienza (coma, stati vegetativi, stati minimamente coscienti): il laboratorio di Filosofia ed Etica della Scienza sta coordinando un lavoro multidisciplinare con il coinvolgimento di 15 ricercatori (neuroscienziati cognitivi, computazionali, clinici) da diversi centri europei
    • Indagine sull’applicazione delle recenti linee guida sui disordini della coscienza: il laboratorio di Filosofia ed Etica della Scienza sta coordinando una ricerca sulla ricezione e applicazione delle recenti linee guida sui disordini della coscienza emanate dalla European Academy of Neurology e dall’American Academy of Neurology in collaborazione con l’American Congress of Rehabilitation Medicine e il National Institute on Disability, Independent Living, and Rehabilitation Research. La ricerca, sotto forma di questionario, coinvolgerà diversi medici in Europa, USA e Asia.
    • Approfondimento del rapporto neuroetica-cultura: il laboratorio di Filosofia ed Etica della Scienza sta curando un’antologia, sotto contratto con l’editore ISTE-Wiley, con il coinvolgimento di 18 ricercatori da diversi centri internazionali (Europa, USA, Asia)
    • Analisi concettuale ed etica dell’Intelligenza Artificiale: il laboratorio di Filosofia ed Etica della Scienza sta coordinando un lavoro su alcuni risvolti concettuali e relativo impatto etico dell’Intelligenza Artificiale (in particolare Machine Learning and Deep Neuronal Network), con specifico riguardo al suo rapporto con le Neuroscienze
    • Analisi della definizione di Ricerca e Innovazione Responsabile (Responsible Research and Innovation: RRI) e relativa applicazione: il laboratorio di Filosofia ed Etica della Scienza sta partecipando alla stesura di un articolo sul concetto di RRI e sulla sua implementazione nell’ambito della ricerca scientifica
     

     Principali collaborazioni scientifiche

    • Centre for Research Ethics and Bioethics, Università di Uppsala, Svezia;
    • Centro de Investigation Filosofica, Università di Buenos Aires, Argentina
    • The Coma Science Group, Università di Liegi, Belgio
    • IRCCS Fondazione Don Gnocchi, Firenze, Italia
    • International Brain Initiative (IBI)
    • International Neuroethics Society (INS)
    • International Brain Injury Association (IBIA)

    Pubblicazioni più recenti

    • Farisco M, Evers K, Salles A, Towards Establishing Criteria for the Ethical Analysis of Artificial Intelligence, Science and Engineering Ethics 2020; 26: 2413-2425.
    • Salles A, Evers K, Farisco M, Anthropomorphism in AI, AJOB Neuroscience 2020; 11(2): 88-95.
    • Pennartz C, Farisco M, Evers K, Indicators and Criteria of Consciousness in Animals and Intelligent Machines: An Inside-Out Approach, Frontiers in Systems Neuroscience 2019; 13: 25.
    • Salles A, Evers K, Farisco M, Neuroethics and Philosophy in Responsible Research and Innovation: The Case of the Human Brain Project, Neuroethics 2019; 12(2): 201-211;
    • Farisco M, Filosofía de las Neurociencias: Cerebro, mente, persona. Ediciones Universidad Catolica de Salta, 2018.
    • Farisco M, Evers K, Changeux JP. Drug Addiction: from neuroscience to ethics. Frontiers in Psychiatry 2018: 9:595.

    Seminario interno

    MICHELE FARISCO PhD, Sei cosciente? Alla ricerca di indicatori affidabili
    MICHELE FARISCO PhD, Sei cosciente? Alla ricerca di indicatori affidabiliLunedì 11 OTTOBRE 2021
    Verificare la presenza della coscienza in altre persone e/o agenti (sia umani sia non umani, in particolare se non in grado di esprimersi verbalmente) è una necessità sempre più urgente. In due recenti articoli ho contribuito ad elaborare degli indicatori di coscienza in pazienti incapaci di reagire in modo palese agli stimoli esterni, negli animali, e nei sistemi di intelligenza artificiale, e ne ho analizzato anche i risvolti etici. A partire dalla definizione della coscienza come una “indagine situazionale multimodale”, abbiamo applicato un approccio inside-out: come si possono logicamente connettere le caratteristiche dell’esperienza cosciente, correlate a meccanismi interni al cervello (inside), a proprietà osservabili esternamente (outside)? Anziché proporre dei criteri che definirebbero ognuno una soglia “forte” per la coscienza, abbiamo sottolineato sei indicatori: (i) comportamento finalizzato e apprendimento basato su modelli; (ii) substrati anatomici e fisiologici per la generazione di rappresentazioni multimodali integrate; (iii) psicometria e meta-cognizione; (iv) memoria episodica; (v) suscettibilità ad illusioni e percezione multi-stabile; (vi) comportamenti visuo-spaziali specifici. Anziché considerare un particolare indicatore come decisivo, abbiamo proposto che la consistenza tra questi indicatori può servire per valutare la coscienza in altri soggetti/agenti. L’applicazione di questi indicatori al caso particolare dei pazienti con disordini della coscienza (ossia stato vegetativo/sindrome di veglia a-responsiva, stato minimamente cosciente, e dissociazione cognitivo-motoria) potrà ispirare nuove strategie per l’analisi di urgenti questioni etiche.

    Biogem S.c.a r.l. P.Iva 02071230649
    Via Camporeale Area P.I.P. Ariano Irpino (AV) Italy
    Tel. +39 0825 881811 - Fax +39 0825 881812 - biogem@biogem.it

    © 2021 Biogem scarl. All Rights Reserved.